Le diverse competenze specialistiche

charcot lezione

I  CONFINI DELLA PSICHIATRIA, DELLA PSICOLOGIA, DELLA NEUROLOGIA E DELLA PSICOTERAPIA

Descrivere i campi di competenza di ognuna di queste branche della scienza non è un semplice esercizio accademico, né un tentativo di definire delle gerarchie prioritarie nell'approccio al disturbo psichico. L'esigenza di chiarire il loro oggetto di studio assolve, piuttosto, il compito di dissipare la confusione che si genera nel paziente, quando questi si trova a dover scegliere lo specialista più idoneo a "trattare" il suo problema.

L'oggetto di studio della Psichiatria è la patologia e la sofferenza psichica.

Data la inscindibilità dello psichico da quella matrice biologica, cui esso inevitabilmente si correla, allo psichiatra non può mancare una formazione di tipo medico.

E' la psicopatologia che, per essere definita nella sua dinamica descrittiva ed evolutiva, ha bisogno di includere tra i riferimenti alle varie branche dello scibile, anche quelle di natura biologica. In assenza di queste conoscenze diventa ardua e rischiosa la pretesa di descrivere in termini esaurienti il profilo formativo di un disturbo psichico, di formulare una diagnosi e ancor più di strutturare un progetto terapeutico. Come lo studio della patologia non può prescindere da quello della fisiologia, così allo psichiatra non può mancare nella sua formazione, la conoscenza della strutturazione normale delle varie funzioni  psichiche.

Lo Psichiatra quindi è laureato in medicina e Chirurgia, che dopo aver superato una selezione di merito può accedere alla specializzazione in psichiatria. Attualmente tutto il percorso di studio universitario dura 11 anni. 

Lo Psichiatra cura solo con i farmaci?

NO! Si tratta di un pre-giudizio (a volte dovuto solo per ignoranza e a volte per una informazione distorta). Lo Psichiatra può decidere di utilizzare i farmaci di sintesi o naturali, la Psicoterapia, oppure può ricorrere con trattamenti combinati secondo i tempi e le modalità diverse e le specifiche esigenze di ogni paziente.

Questo significa che la competenza dello psichiatra contempla una visione più ampia ed integrata. In sintesi le patologie che lo specialista cura sono numerose e varie, ad esempio: disturbi d’ansia, disturbi fobici, disturbi ossessivi, disturbi depressivi, disturbi psicosomatici, disturbi dell’adattamento, disturbi post-traumatici, ipocondria, disturbi psicotici (disturbi Schizofrenici, disturbi bipolari, disturbi schizo-affettivi), le sindromi psico-organiche, disturbi della personalità, disturbi  alimentari e altri.

La Psicologia è la scienza invece che studia le funzioni normali della mente ed il loro sviluppo.

Lo Psicologo si laurea presso la Facoltà di Psicologia e il corso dura 5 anni.
Per quanto riguarda la diagnosi, il trattamento e la cura dei disturbi psichici, il discorso è più complesso, perché lo psicologo ( a meno che non sia anche laureato in medicina) non ha le competenze e neppure l’abilitazione ad effettuare terapie mediche e/o psichiatriche che si rilevano importanti o insostituibili in molti disturbi.
Lo Psicologo, così come il medico, può invece effettuare la Psicoterapia dopo un percorso formativo Post-Laurea presso una Scuola di Psicoterapia accreditata.
Lo Psicologo gode invece della competenza Psicodiagnostica (Test di Intelligenza, di Personalità, etc…) che consente insieme al clinico una migliore definizione diagnostica.
Una visione più ampia sarebbe quella di possedere entrambe le conoscenze e competenze.
Non è certamente un caso che a partire da Freud, Jung, Bion, Winnicott, M. Erickson, Beck, etc, fino ai giorni nostri che la storia della Psicologia e Psicoterapia è stata sviluppata da scienziati con una formazione medica specialistica.

La psichiatria mantiene una propria identità anche nei confronti della Neurologia. 

Queste due branche della medicina condividono lo studio del sistema cerebrale sotto l'aspetto sia morfologico, che biochimico e fisiologico.

Mentre, però, la psichiatria rivolge il suo interesse sia alle alterazioni biologiche che a quelle psicologiche strettamente correlate agli eventi psicopatologici, la neurologia esplora, invece, i danni prevalentemente sensoriali-motori, prodotti a livello del sistema nervoso, sia centrale che periferico,da noxae patogene di natura fisica (tossico-infettive, vascolari, tumorali, degenerative, etc.).

Per questo la neurologia aderisce in pieno ed esclusivamente ai modelli clinici e di ricerca di tipo medico.

Il Neurologo è un medico che ha percorso gli stessi anni di studi universitari dello psichiatra che consiste in 11 anni di studio.

Il Neurologo non è formato a trattare i disturbi della psiche ma  le patologie organiche (Malattia di Parkinson, Sclerosi multipla, Ictus cerebrali, Distonie, Epilessie, SLA e altre patologie).

Spesso questa confusione che il Neurologo debba curare i disturbi psichici è derivante dalla vecchia specializzazione Neuropsichiatria o Clinica delle Malattie Nervose e Mentali che si poteva ottenere fino al termine degli anni 70.

Successivamente questa qualifica è stata suddivisa nelle branche autonome di Psichiatria e Neurologia per ben differenziare le conoscenze e le competenze tra loro.

La psichiatria, che resta pur sempre una branca della medicina ha bisogno, invece, di attingere le sue conoscenze, oltre che dalla biologia, dalla neurologia, dalla psicologia, dall'antropologia, dall'etica e dalla filosofia, dalla logica e da tutto quanto si riferisce all'ambito del relazionale e del sociale. La particolare importanza che nel colloquio clinico-terapeutico assume la relazione medico-paziente comporta, inoltre, la necessità di un'adeguata formazione, che lo psichiatra deve maturare, per esprimere al meglio la sua attività professionale. L’esigenza di operare delle distinzioni tra i profili di queste  diverse figure professionali mira, oltre che a stabilire un'identità di ruolo, a definire delle specifiche competenze, dalla cui sovrapponibilità, spesso, derivano rischi per il paziente.

Cosa vuol dire Neuropsichiatra?

Oggi Neuropsichiatra è quello Infantile, cioè quel medico specialista che si occupa dei disturbi dell’età evolutiva.

Psicoterapeuta

Psicoterapeuta è un medico o uno psicologo che dopo la laurea, consegue presso una scuola di psicoterapia (spesso privata) l’autorizzazione all'esercizio della psicoterapia.

Scuole di Psicoterapie sono centinaia: ricordiamo tra le più storiche ed accreditate l’ipnosi, la psicanalisi con i vari orientamenti da essa derivati, la terapia cognitiva-comportamentale, la terapia familiare, la Gestalterapia, la terapia transazionale, la terapia strategica breve e tante altre ancora.