AL FIGLIO

"Frammento di poesia che un padre vorrebbe sussurrare......"

Vinicius de Moraes

 

Da Padre in Figlio

A notte fonda, mi appoggiavo sul lettino ad ascoltare il tuo respiro,
versando lacrime di gioia e di speranze…
Ti voglio bene, sei nato dal mio amore,
come un albero all’interno di un altro, che incontra le sue radici…..
Come le ampie strade della gioventù che si trasformano
nei sentieri stretti della maturità,
così il tramonto del sole allunga la mia ombra per accompagnarti…….
Sai.... la vita è gioia e dolore, simile ad una donna poetica e crudele,
che ti culla tra le sue braccia……..
Dedico a te questa carezza…. per esserti più vicino…..per qualche istante in più……figlio mio. (R.P.R.)

(libera traduzione, arrangiamento e interpretazione di “Pedro meu Filho” di Vinicius de Moraes)